Repertorio

LA VACA MORA

Rivive la memoria del vecchio treno a vapore che solcava la Valle, chiamato dalla gente “la vaca mora”. Il testo descrive una tipica corsa, con una serie di singolari personaggi.

 

 
 

LA STAFFETTA

Un anziano dalla casa di riposo in cui oggi è ospite, rivive la propria giovinezza, passata sui monti come staffetta partigiana. Rivede i compagni, le rappresaglie, i giorni dell'odio dopo l'8 settembre 1943.

 

 
 

ERO CILIEGIO

Da un sonetto del sacerdote poeta di Chiampo, Giacomo Zanella, uno struggente brano su un destino di un ciliegio, sulle sue memorie, sulle sue nostalgie..

 

 
 

Angelo de le sveie

Anguàne

Arditi

Bassartàl

Bordellini 1917

Che faranno a quest'ora?

Checca il partigianino

Diaolon dei Biasini

Don Fagian

El mago de le erbe

El Toi dei Meceneri

Ero ciliegio

Eroe dell’aria

Ignoto militi

Il bambino delle stelle

La ballata del conte Mozolin

La riva

La seta della bandiera

La staffetta

La strìa del Pronèche

La vaca mora

Le formighe della Pieve

Linte

Merica

Mille a Marsala

Partir bisogna

Pelatarìa

Piero Croato

Porfirico

Quota 3000

Ruscello amico

Sacramundi

Sènto franchi

Sera d'estate

Tribunal de l’osteria

 

 

 

 
 

Tutti i canti in repertorio sono originali, scritti per musica e testo in dialetto, ed arrangiati dai musicisti che compongono l'ensemble.

 

 
 

IL BAMBINO DELLE STELLE

Racconta la storia di Candido Portinari, il più celebre pittore del Brasile e dell'America latina. Il padre Giambattista partì migrante da Chiampo nel 1896 verso Brodowski, Comune dello stato di San Paolo. Qui crescerà suo figlio Candido. La sua vocazione all'arte iniziò dipingendo le stelle della volta della chiesetta locale. Il bambino delle stelle...